martedì 26 aprile 2016

Wheyghty 80 +Watt!!! La famiglia è numerosa e cresce bene!!!

Qualche anno fa iniziammo con un paio di gusti ed un paio di formati... piano piano il mercato ha riconosciuto l'eccellenza di un prodotto fabbricato solo ed esclusivamente con Volac senza aggiunta di oli strani, aminoacidi atti a "taroccare" il tenore proteico, collagene e quant'altro... ed ora la linea è veramente completa se pensiamo che si sta parlando di una solo referenza...

In base alla tua interpretazione di integrazione proteica +Watt ti fornisce il formato più adatto alle tue esigenze!!!

La domanda che rimane da porsi è: " a quale formato appartengo?"







Presso i migliori rivenditori!!!

Keep in touch

mao

venerdì 22 aprile 2016

I valori... la vera essenza...

Mi domando come si possa vivere pensando, quotidianamente, di fregare il prossimo...
Probabilmente presi dal proprio ego e dal pensiero della propria sopravvivenza si comincia ad intraprendere un percorso che appare, inizialmente, più semplice e fruttifero...
Ma poi quando cominci, mi viene da pensare, risulta veramente difficile invertire la rotta...  la gente ormai ti considera in un certo modo ed anche tu, probabilmente, ti trovi come in un deserto dove la sabbia arida rappresenta l'unico orizzonte che ti si pone davanti...
Giustifico così tutte le persone che si muovono male nella vita... non penso che inizino pensando: " a che bello oggi vado e commercializzo porcherie per fare i soldi"!!!
Non ci credo.

Si ma mao tu cavolo lo scrivi a fare qui sul blog... semplicemente non riesco a comprendere come certi prodotti possano essere messi in commercio...
Aminoacid spiking e collagene idrolizzato in barrette, polveri proteiche a base di collagene e/o aminoacidi atti ad innalzare l'azoto presente... ora il glutine considerato fonte proteica alternativa da inserire... e chi ne ha più ne metta...

Sono deluso da un sistema che parla di qualità al servizio del cliente che poi mi pare guardi solo al profitto.

Ed allora mi pongo certi quesiti...

Ma si può diventare grandi aziende senza imbrogliare?

Bisogna solo gettare fumo negli occhi al consumatore ignaro di tutto così da indurlo a consumare prodotti dalla qualità dubbia?

Perchè il consumatore non si fa delle domande? Perchè vuole accettare il fatto che le favole esistono?

Come posso far capire a chi cerca un prodotto utile che i soldi spesi bene non sono mai quelli spesi per un prodotto dal prezzo più basso...

Anche a certi negozianti chiedo... ma perchè pensate solo al margine piuttosto che premiare il vostro cliente con prodotti validi e sicuri... lui è la vostra risorsa... quello che quando va a casa ha una famiglia e delle aspettative

Io non riesco a comprendere certi meccanismi e pensare solo: "beh, cavoli loro, tanto io il fatturato lo faccio lo stesso". Non mi viene e sempre cercherò, grazie al Team +Watt di raccontare quello che succede e quello che è, a mio modesto modo di vedere, meglio fare per se stessi e per gli altri...

Lo faccio perchè esistono persone di valore, più di quante io sia in grado di vederne... e loro meritano... meritano tutta la nostra attenzione!!!

Scusate lo sfogo.

Keep in touch

mao

I veri valori li abbiamo dentro!!!

martedì 19 aprile 2016

Olympia e Carboni... binomio vincente!!!

Moltissimi gli eventi TRA DI VOI...
Costa il sacrificio di molte persone ma trovo che il piacere superi di gran lunga la sensazione di "dovere"!!!
Qui il nostro amico Alessandro, con il mitico Maurizio hanno originato un bell'evento alla Olympia del famoso Lenzi di Lucca!!!

http://www.olympialucca.com/

Qui la mail:


Ciao Mao, 

Ti scrivo due righe relative all'evento di sabato pomeriggio presso la splendida palestra Olympia di Lucca. Il nostro carissimo amico (definirlo cliente sarebbe alquanto riduttivo) Emanuele Lenzi ha organizzato alla perfezione la riuscita di questo seminario, portando tante persone a seguire i dettami di Maurizio che ormai non trovo più parole per definire. Ogni volta mi viene da dire che l'ultimo seminario è il migliore, in questo ha in pratica esplicato il suo metodo di stilare una tabella di allenamento e una bellissima trattazione sullo squat (molto apprezzata dai presenti come si evince dai questionari finali). Mi ha fatto piacere vedere la presenza di diverse donne, soprattutto visto che il tema era l'allenamento in palestra...qualcosa inizia a muoversi. Alla prossima ;)



Che dire... grazie al Lenzi per l'opportunità ed a tutti i presenti!!! Per noi importantissimi in quanto nostra linfa vitale!!!

Keep in touch

mao

sabato 16 aprile 2016

SEBS a Napoli e Strike a Padova... +Watt c'è!!!

Altro Weekend carico carico di eventi...

A Napoli il S.E.B.S. http://www.sebsevento.com/






Mentre a Padova... Strike!!!



Perchè +Watt è tra di voi... non semplici striscioni ma persone come e per voi!!!!

Keep in touch

mao

venerdì 15 aprile 2016

La qualità farmaceutica negli integratori...

Ciao ragazzi,
oggi mi sono trovato di fronte ad un ragazzo che veramente crede nel proprio lavoro.
Porta avanti il tutto con molta attenzione e professionalità tanto da indurlo costantemente a studiare le meccaniche del movimento e le corrette metodologie alimentari...

Ma questo ragazzo quali strumenti ha per avere informazioni "depurate" dalle menzogne di mezzi di informazione deviati dal business?

Come può studiare su informazioni "pulite"?

Per pulito intendo tutto ciò che non è generato con il fine di vendere qualcosa a qualcuno con il solo scopo di generare business anche quando non è necessario...

Nel nostro mondo vuol dire consigliare integratori alimentari a persone che deficitano di qualche elemento che, di fatto, li metterebbe in una situazione vantaggiosa rispetto ad una situazione di carenza dell'elemento stesso.

Il garbuglio più grosso è stato il ragionamento di margine per poter esercitare una vendita "gestita" e la qualità.

Li casca l'asino... come posso io azienda dare un prodotto qualitativo (parlo di massimi livelli e non di sufficienza!) ed al tempo stesso offrire, al mio intermediario, il margine che vedo dare da qualche altro player di mercato?

Come posso cedere una proteina a 12 euro se io la pago 10 o 11 euro?
Questo è quello che ci viene chiesto da alcuni commercianti senza scrupoli... e dal ragazzo in questione!!!

Senza scrupoli si perchè a loro mostro i dettagli della cosa e faccio ragionare il ragazzo e li esce la frase: si ma va che loro hanno la qualità farmaceutica...

Ed allora li io mi attorciglio nel tentativo di capire cos'è questo parametro... ed io che, come azienda cosciente e responsabile, compro solo il top dai fornitori migliori non mi ritrovo con questo criterio... un criterio che non ha riscontro...


Ma chi si è mai fatto domande sull'origine della materia prima con la quale è stato fabbricato un farmaco? Io mai... do per scontato che l'azienda metta il top!!!

Ma nel mondo del farmaco non esiste una cosa pazzesca che, invece, sopravvive nel mondo dei supplementi... la micro azienda...

Nel mondo del farmaco ci sono solo colossi... i piccoli non partono nemmeno se non come terzisti (solo se lavorano bene!!!)

Invece chi fa terzismo nel nostro settore fa produzioni anche di 50/100 pezzi con etichetta compresa... e giù a produrre misture dalle etichette fantastiche!!!

Questa nuova tendenza fa si che il negozio possa dire... questo è mio... lo faccio io... vedi? Si chiama "xyz protein" il massimo che puoi trovare qui dentro...

Il povero utente cosa può fare? Provare giustamente...

Parametri di valutazione:

- gusto;
- solubilità;
- energia erogata;
-...

Ma non sono forse i parametri dove trova perfetto spazio lo zucchero? O la glicina?

Ma l'utente che garanzia ha?

Il nuovo "non branding" inizia a dilagare e da la falsa illusione, a chi inizia questa nuova avventura di farsi fare questi benedetti 50/100 pezzi, di poter, grazie all'elevatissimo ricarico, sopravvivere ai vari fenomeni di mercato quali internet e crisi economica.
Invece si sta solo facendo del male. Perchè? Perchè sta offrendo prodotti fuori controllo e dagli standard qualitativi quantomeno discutibili. Un brand è un brand... ci mette la faccia!!! Specialmente se produce i propri prodotti in autonomia!!!

E si... ma sai caro vecchio Mao... tu non hai la certificazione di qualità farmaceutica...

Ma di nuovo mi chiedo (mai pensare di aver capito tutto!!!)... ma dove si prende questa certificazione?

Mah... io ho anche cercato... ma non l'ho trovata!!!

Anzi... l'ho trovata... vi metto la parte estratta da Wikipedia:

Nell'industria farmaceutica la validazione o convalida o validation è una serie di attività che l'officina produttiva deve eseguire allo scopo di dimostrare la ripetibilità di un qualsiasi processo utilizzato nella produzione di farmaci ad uso umano o veterinario. La ripetibilità è altresì correlata alla capacità del processo di rendere un prodotto che sia conforme alle specifiche di riferimento i cui limiti sono stati dichiarati ai Ministeri della Salute dei paesi a cui è destinato il farmaco. Lo scopo del Validation è quindi di dimostrare che un determinato processo o sottoprocesso sia ripetibile fornendo un prodotto le cui caratteristiche soddisfano le specifiche definite.
La Convalida è una delle attività inserite nelle norme di buona fabbricazione (NBF) o Good Manufacturing Practice (GMP) a cui il settore produttivo farmaceutico deve riferirsi per approntare un sistema di qualità efficace.
Da notare che la buona riuscita delle attività correlate alla convalida (e la corretta documentazione delle stesse) è "vincolante" per l'approvazione del farmaco presso i Ministeri della Salute, e quindi per il rilascio sul mercato dei lotti di prodotto.

Ma non ritenete che sia il minimo che un azienda che produce deve fare???

Per noi di +Watt risulta scontato tutto ciò!!!

Ma come si potrebbe lavorare diversamente? Se io avessi un problema con un componente di un mio prodotto DEVO essere in grado di risalire al problema in un secondo!!! Pensiamo al danno di immagine, industriale e, prima su tutto, quello provocato a chi ha comprato un nostro articolo!!!
Ma stiamo scherzando???

Quindi non ho trovato questa risposta perchè questa cosa risulta per noi SCONTATA!!!

Poi si evince dal testo che ci stia riferendo a dei farmaci che NON SONO INTEGRATORI!!!

Sapete cosa continueremo a fare in +Watt?

A comprare il meglio del meglio, a lavorarlo senza fare "furbate" ed a venderlo a persone che capiscono il valore del proprio cliente!!!

Ai negozianti che mi chiedono lo sconto "che sanno loro" dico... cambiate azienda... non mi piace vendere cose che non darei ai miei figli... verrebbe meno il primo ragionamento legato alle aspirazioni di quel ragazzo che crede nel proprio lavoro e che cerca informazioni e prodotti puliti!!!

E dico questo con rammarico perchè, se ci pensiamo, il fatto di doverne anche solo parlare alza un warning!!!


Gli integratori non sono farmaci... in nessun caso!!!

Keep in touch

mao







martedì 12 aprile 2016

New Generation Training di Pian di Coreglia... seminario con Carboni e +Watt!!!

Altro seminario con il grande Carboni la scorsa domenica!!!

Vi metto la mail di Alessandro Guzzini:

Ciao Mao

ti scrivo in merito al seminario di stamani presso il nostro cliente New Generation Training di Pian di Coreglia. Nutrito il gruppo di ragazzi che hanno ascoltato attentamente i consigli di Maurizio Carboni sugli errori più comuni che possono essere compiuti durante l'allenamento in palestra. E' seguita una carrellata sull'uso degli integratori più importanti per chi ha come obiettivo l'ipertrofia muscolare. Molto contenti i ragazzi che hanno apprezzato le sempre puntuali e preziose nozioni espresse da Maurizio che, pur se al terzo anno che lo ascolto, ogni volta io stesso ho sempre da imparare qualche aneddoto.



Che dire... la cultura sempre e comunque!!!

Uno striscione all'arrivo o sotto un podio non è nulla in confronto...

Keep in touch
mao



Un grazie allo staff della New Generation Training, a Maurizio e ad Alessandro per l'opportunità!!!

venerdì 8 aprile 2016

Un test duro a base di integratori +Watt!!!

Ciao ragazzi,
quello che sto per "incollare" di seguito è un articolo scritto da un amico di +Watt che ha voluto sperimentare un tipo di alimentazione veramente particolare!
Come scrive lui stesso sconsigliamo a chiunque di ripeterlo in qualsiasi forma in quanto, queste cose, andrebbero definite da persone con una certa competenza!!!

Quindi noi ci riteniamo semplicemente i narratori di un esperienza altrui dalla quale magari possono nascere degli spunti...

Ringrazio Alessandro Galli e Daniele Spedicato per averci fornito questo materiale.

Un percorso sportivo non è mai una via a senso unico. Un percorso sportivo è fatto di alti e bassi, scelte, sacrifici ed esperimenti. Sono Spedicato Daniele, ho 29 anni, mi alleno da quando ne avevo 14 e ora sono un Body Builder e Istruttore di Body Building presso la palestra Body Gym a San Vito dei Normanni (BR).
Ma soprattutto, mi piace sperimentare.
Attraverso il mio percorso sportivo divenuto un vero e proprio stile di vita, ho avuto modo di confrontarmi con me stesso, accettando continuamente nuove sfide personali che mi permettessero di migliorare la mia vita e la mia forma fisica e salutare, rendendo sempre più emozionante e utile la mia attività prediletta.
Questi e altri motivi mi hanno condotto dinanzi all’idea di promuovere personalmente un esperimento fatto su me stesso.
Avendo messo da parte la corretta alimentazione in favore di una dieta squilibrata e sregolata per la durata di due mesi, ho deciso di sperimentare una dieta costituita da soli integratori +Watt – azienda con la quale ho intrapreso una collaborazione da un anno a questa parte – senza l’aggiunta di cibo solido.
Gli obiettivi della dieta sperimentale erano principalmente due: perdere velocemente peso e mettermi alla prova dal punto di vista psicologico (se non, più correttamente, psico-fisico).
Sulla base del mio fabbisogno giornaliero, ho ideato due programmi integrativi differenti per giustificare l’attività fisica e il dispendio di energie dei giorni di allenamento e dei giorni di riposo.
Ho introdotto le giornate dedicate all’allenamento con una colazione costituita da una compressa di Vitamins&Minerals in aggiunta a 30 grammi di Top Egg. Ho proseguito la giornata con uno spuntino costituito da 30 grammi di Whey 90 ed una compressa di magnesio+, pasto identico al pranzo avvenuto più tardi. Successivamente, ho dovuto dividere lo spuntino pomeridiano in due parti per far fronte all’allenamento, curando nel dettaglio gli integratori assunti prima e dopo l’attività fisica. Prima dell’allenamento, ho assunto 4 compresse di BCAA 2:1:1, 4 compresse di B-Alanina, 2 compresse di Acetil L-Carnitina, 800 milligrammi di Fosfatidilserina e 4 tavolette di Glucocreatina. A seguito di ciò, ho svolto il mio allenamento personale, prima di dedicarmi allo spuntino post-allenamento. Quest’ultimo era costituito da 5 compresse di Arginina Complex, 4 BCAA 2:1:1, 5 grammi di Glutammina, 4 tavolette di Glucocreatina e 30 grammi di XXX Hydrolysed. Ho concluso la giornata con una cena semplice: 30 grammi di Milk Protein (caseine), 3 compresse di Tribulus Terrestris & Zinc più una compressa di magnesio+.
Non poi così diversa è stata la dieta dei giorni in cui non ho svolto l’allenamento. Stessa colazione per iniziare la giornata: una compressa di Vitamins&Minerals più 30 grammi di Top Egg. 30 grammi di Whey 90 ed una compressa di magnesio+ hanno costituito lo spuntino di metà mattina, pasto ripetuto allo stesso modo per quanto riguarda il pranzo. Ben diverso è stato lo spuntino di metà pomeriggio, composto unicamente da 30 grammi di Whey 90 che mi hanno condotto fino alla cena, gemella a quella dei giorni di allenamento, costituita quindi da 30 grammi di Milk Protein, 3 compresse di Tribulus Terrestris & Zinc più una compressa di magnesio+.
Conclusa la fase di trascrizione della dieta creata, non ho atteso oltre per sperimentarla, dedicandomi ad essa per la durata di 14 giorni consecutivi.
Il primo Lunedì della prima settimana è   partito con un gonfiore addominale, dovuto sicuramente ai pasti squilibrati della Domenica lasciata alle spalle. Ho superato il pranzo senza alcuna sensazione di fame, fino a sentire un accentuato stimolo famelico nelle prime ore del pomeriggio. Non ho riscontrato alcun problema durante l’allenamento, costatando invece l’attesa pienezza del muscolo e il giusto pump.
La fame ha fatto ritorno verso sera, ma non è stato davvero niente in confronto alla fame protrattasi per tutta la durata della giornata successiva, il primo Martedì, caratterizzato anche da sensazione di nausea e capogiri accentuati subito dopo gli spuntini.
Superata questa difficile giornata, ho accolto un Mercoledì mattina privo di qualsiasi tipo di sensazione anomala, ritornando ad avere fame a momenti alterni nell’arco del pomeriggio. L’allenamento è stato molto sofferto, avevo poca forza, bassa resistenza, molto bruciore muscolare e pochissimo pump. La serata del Mercoledì si è conclusa con poca fame.
Giovedì e Venerdì sono stati caratterizzati entrambi da lieve sensazione di fame durante tutto l’arco della giornata.
Ho iniziato con difficoltà il Sabato, provando fame accentuata fin dal primo mattino. In vista della Domenica, mi sono preparato a introdurre carboidrati per evitare picchi e squilibri, assumendo 200 grammi di riso più 300 grammi di carne frazionati in quattro pasti diversi da assumere ogni tre ore, a partire dal pranzo, completando l’ultimo pasto prima di andare a letto. Dopo ogni pasto, ho avuto sensazione di pienezza e gonfiore a livello dello stomaco.
La Domenica non ho seguito la dieta, essendo giorno libero.
La seconda settimana è iniziata senza la minima ombra di fame per tutta la giornata di Lunedì. Durante l’allenamento il muscolo era pieno, seppur la forza fosse mediocre e con un moderato bruciore muscolare.
Il Martedì è stato caratterizzato da poca fame nell’arco dell’intera giornata.
Deludente si può definire la giornata di Mercoledì: durante l’allenamento, il muscolo è rimasto costantemente vuoto, anche a seguito di diverse serie di pompaggio, con nessun bruciore muscolare, il tutto contornato da stanchezza e capogiri e nessuna sensazione di fame per tutta la giornata.
L’assenza di fame si è protratta per il successivo Giovedì e per il Venerdì, giorno gemello al precedente Mercoledì, con muscolo vuoto durante l’allenamento, stanchezza e capogiri.
Il Sabato, a differenza della settimana precedente, è iniziato in assenza di fame. Ancora una volta, mi sono preparato all‘imminente assunzione di carboidrati dividendo in quattro differenti pasti 200 grammi di riso e 300 grammi di carne, iniziando il primo pasto per l’ora di pranzo e concludendo l’ultimo prima di andare a letto. Durante i primi pasti – e soltanto essi – ho avvertito dolore ai denti durante la masticazione.
Con la libertà della Domenica, si sono concluse le due settimane di dieta sperimentale,     ottenendo la perdita di 4.4 chili e ben 10 centimetri in meno sul girovita.
A seguito di questi risultati e dopo aver dato uno sguardo d’insieme al percorso completo, posso ritenermi soddisfatto di quanto ottenuto. Gli integratori +Watt hanno svolto egregiamente il proprio compito, giacché essi sono riusciti non solo ad evitare scompensi su concentrazione e glicemia, ma sono stati in grado inoltre di apportare con completezza il giusto quantitativo di sostanze fondamentali necessarie per conservare integralmente la massa magra. Confermo dunque la qualità e l’efficacia dei prodotti della linea +Watt, evidentemente fedeli alla descrizione logistica proposta dall’azienda.
A seguito di sperimentazione completa, posso decretare con sicurezza il risultato ottenuto.
L’esperimento si è rivelato un successo, ciò non vuol dire che sia corretto, quindi sconsiglio vivamente di provarci. Spero di poter continuare il mio percorso sperimentale per la ricerca di metodi corretti di alimentazione sportiva, con l’obiettivo di ottenere metodi efficaci e adatti ad un corretto e sano stile di vita.







Daniele è un atleta esperto e conosce bene il proprio corpo e questo tipo di alimentazione l'avrà certamente portata avanti attuando tutte le attenzioni del caso. Quindi, come detto da lui, non replicare nella maniera più assoluta. Non deve in alcun modo essere vista come un modello di alimentazione da seguire.

+Watt da sempre sostiene che i propri prodotti siano semplicemente dei complementi da inserire in caso di carenze e/o problematiche di vario genere!!!

La cosa che mi fa piacere, che solo un estremizzazione del genere può confermare, è che il fatto di utilizzare solo materie prime di qualità indiscutibile l'atleta non abbia avuto reazioni diverse da quelle che avrebbe dovuto avere!!!


Ovviamente tutti i prodotti +Watt vengono fabbricati rispettando le più rigide "regole produttive" con lo scopo di ottenere il massimo della purezza.

Diciamo che se mangiate pane e crema spalmabile al cioccolato difficilmente sarete in grado di determinare la qualità di un supplemento.

Keep in touch

mao